Ray Ban Modello Goccia

Ray Ban Modello Goccia

Fresco, grintoso, ottimo caratterista, lontano dai cliché dell’inglese fatale che gli hanno proposto per tutti gli anni Ottanta e Novanta, è un attore dalla recitazione realistica che, siamo sicuri, non ha ancora mostrato pienamente quell’infinità di talenti che possiede.Nato a Londra, terzo e ultimo figlio del pittore Dominick Elwes (figlio del famoso ritrattista Simon Elwes) e dell’arredatrice Tessa Georgina Kennedy, di origini croate, inglesi e irlandesi, Cary Elwes è fratello del produttore Cassian Elwes e del pittore Damian Elwes, nonché cugino dell’attrice Amanda Elwes. Una famiglia che vanta fra i suoi avi anche il famoso archeologo Lord Carnarvon, un nipote di Enrico VIII Tudor e della sua terza moglie Jane Seymour e nientemeno un uomo che ispirò il personaggio di Ebenezer Scrooge a Charles Dickens. Elwes frequenta l’Harrow School di Londra e poi si trasferisce a New York dove cerca di specializzarsi in recitazione al Sarah Lawrence College.

Nichols ha la preoccupazione che lo spettatore non capisca da solo certe evidenze, mentre pare curiosamente disinteressato ad altri aspetti della storia. Finisce infatti per smussare la carica satirica impantanandosi in un’elegia umanitaria un po’ fuori tono, per poi trattare sbrigativamente il punto essenziale che quegli stessi mujahidin si sono ritorti contro l’America stessa. Il che dà l’impressione del compitino ben fatto, parodia cattivella ma non troppo, divertente e ben ritmata, che merita attenzione più per il film che avrebbe potuto essere, spingendo più a fondo la satira, che per quello che è..

Attirò l’attenzione di Zanuk che disse: “Se quella raccoglie tante attenzioni a una festa vediamo se le raccoglie anche in pellicola”. Le raccolse. Da quando cominciarono ad assegnarle ruoli in cui potesse esprimersi, successe un fatto straordinario: Marilyn cancellava completamente dallo schermo chi le stava intorno.

C’erano una volta i fratelli Farrelly, registi e sceneggiatori irriverenti e al contempo sagaci in modo brillante, capaci sempre di toccare livelli di volgarità fino ad allora inarrivabili rovesciandoli all’ultimo momento in una comicità in cui non si faticava ad individuare l’intelligenza della scrittura. Probabilmente il merito era anche di costruiva insieme a loro le sceneggiature. Oggi quei nomi sono cambiati e questo numero due di quello che fu un successo al box office sembra un fisico in decadenza come quello di Jeff Daniels o di Kathleen Turner (a cui, con una buona dose di machismo, non viene risparmiata una pesante ironia).


Commenti recenti

    Archivi

    Categorie